Barena Bianca Fabric

Nel 2018 WahV inizia una collaborazione con il collettivo di artisti Barena Bianca, in seguito al loro incontro durante un workshop presso il dipartimento di Arti Visive dello IUAV.

Barena Primavera-Estate

Barena Primavera-Estate è stato un workshop prodotto da We are here Venice a cura del Collettivo Barena Bianca per il World Oceans Day, l’8 Giugno, per i bambini di quinta elementare della Scuola Bernardo Canal.

I bambini sono stati invitati all’isola della Certosa, ognuno portando con sé una vecchia maglietta su cui sono state impresse le forme derivate dalle piante della Barena (principalmente salicornia e inula). Ogni bambino ha composto il proprio stampo su tavolette d’argilla, scegliendo personalmente le piante e i colori da lasciare sulla maglietta, che tramite questo gesto ha ottenuto una nuova energia, diventando un simbolo di rinascita e di riciclo da portare con sé e indossare.

 

Evie Redwood, borsista inglese a Venezia, ha incontrato WahV e il collettivo Barena Bianca durante la sua permanenza e ha descritto qui la sua fruttuosa esperienza.

Muevete Muevete Barena

Muevete Muevete Barena è un evento che fa parte di un più ampio progetto di didattica e arte contemporanea proposto da We Are Here Venice a cura del Collettivo Barena Bianca (Fabio Cavallari e Pietro Consolandi).

L’evento è pensato per la Scuola Elementare Canal e prevede un laboratorio per le classi quinte che culminerà in una camminata da Zattere a Campo Santo Stefano in cui i bambini porteranno un lungo serpentone di tessuto (30 x 1,5 m) sopra la testa. L’azione rimanda implicitamente a un movimento ondoso in cui le barene si manifestano e attraversano la città passando tra persone, palazzi, calli, ponti e campi. I bambini e la popolazione diventano quindi evidenti, impossibili da ignorare come l’alta marea.
Il tessuto è stampato con una texture derivata dalla forma e dai colori delle Barene di Campalto e rappresenterà il manifestarsi di un microecosistema tipico della Laguna Veneziana all’interno del Centro Storico, in uno snodo fondamentale per la mobilità veneziana. Una volta arrivati in Campo Santo Stefano gli alunni saranno invitati a un’attività di gioco partecipativo e condiviso, pensando insieme a diversi modi di utilizzare il tessuto.

Il lavoro preliminare alla realizzazione della parata sarà fondamentalmente collegato alla didattica stimolando negli alunni un senso di appartenenza all’ambiente veneziano e di sensibilizzazione a tematiche ecologiche legate alla preservazione delle barene e dell’ecosistema lagunare e culminerà nella del 23 Ottobre con i bambini che porteranno
l’onda di tessuto da Palazzo delle Zattere (V-A-C Foundation) fino a Campo Santo Stefano, attraversando il Rio Terà Foscarini e il Ponte dell’Accademia, dove si svolgerà l’evento. Una volta arrivati in Campo, il tessuto sarà nuovamente diviso e i bambini saranno invitati da un gruppo di ragazzi a giocarci ricomponendolo secondo la loro fantasia e suggerimenti. Al termine dell’attività ogni alunno avrà uno scampolo del tessuto (148 x 37 cm) da portare con sé, rendendo effettiva l’attivazione della laguna con la condivisione di un dono da riutilizzare, reimmaginare e ricomporre a seconda dei desideri del bambino.