Liza Fior è uno dei partner fondatori di muf architecture/art. Il lavoro di questo studio si caratterizza per la mediazione tra il tessuto architettonico e quello sociale, tra il pubblico e privato attraverso la progettazione urbanistica, paesaggi urbani, edifici e strategie. Tra i ri-conoscimenti per progetti del muf citiamo il Premio Europeo 2008 per Spazio Pubblico (una prima volta per il Regno Unito) per una nuova “piazza cittadina” a Barking, East London. Altri progetti sono disponibili su internet. Co-autore di “This is What We Do: a muf manual”, la ricerca spontanea continua a essere intrecciata in ogni progetto.

Dal 1994 muf architettura/arte si è creata una reputazione grazie a progetti pionieristici ed innovativi che affrontano le infrastrutture sociali, territoriali ed economiche dello spazio pubblico. MUF è direttore creativo di Villa Frankenstein, il padiglione britannico presso la Biennale di Venezia del 2010 che ha preso Ruskin e Venezia stessa come mezzo per esaminare attraverso un’Osservazione Ravvicinata come il dettaglio può determinare/caratterizzare la strategia. Questo è stato l’inizio della collaborazione con Jane da Mosto e lavori successivi hanno portato alla nascita di We are here Venice.

http://www.muf.co.uk/